Gli stivali lunari

16/02/2021 0 Di Eleonora


In questi giorni il tribunale di Milano ha dichiarato i Moon Boot — iconiche calzature create, prodotte e vendute da oltre mezzo secolo dal Tecnica Group — opera unica di design industriale e, di conseguenza, protetta dalle norme che regolano il diritto d’autore.

I Moon Boot hanno plasmato un’epoca, hanno definito identità culturali.

Nel 2000 i famosi doposcì ambidestri, ispirati alle calzature indossate da Neil Amstrong durante la prima passeggiata sulla luna, sono stati esposti al Museo del Louvre di Parigi insieme ad altri 100 oggetti, simboli del design del XX secolo.

Era il 1969, mi trovavo alla Grand Central Station di New York per incontrare un importatore americano. Appesa c’era una foto enorme dello sbarco sulla luna […] mi colpirono lo scafandro ma soprattutto l’impronta, così innaturale, ovale […] ho iniziato a disegnare alcuni schizzi e a pensare al nylon come materiale, proprio come per gli astronauti.

Giancarlo Zanatta

Nel 2017 sono stati esposti nella mostra-evento Items: Is Fashion Modern? del Museum of Modern Art di New York, insieme ad altri 111 oggetti.

Poi sono entrati ufficialmente a far parte della galleria permanente del famoso museo newyorchese, dimostrando di essere un accessorio che ha superato la sua mera funzione estetica, diventando simbolo dello stile e del design italiano nel mondo.

Il modello, esposto nelle sale Architecture & Design, è il Moon Boot Classic total white.

Moon Boot Classic total white

Design inconfondibile, logo visibile: lo stivale lunare è una creazione che non passa inosservata, che ha lasciato impronte che hanno scritto la storia della moda e hanno definito uno stile di vita.