Voglio una pelle splendida

15/04/2020 0 Di Eleonora

“[…] voglio un pensiero superficiale che renda la pelle splendida […]”.
Afterhours

Il pensiero superficiale è necessario, ma non è sufficiente; ci vuole una routine di bellezza.

Non sono un’esperta — in genere quando ho dei dubbi rompo le scatole alla mia amica Aida — ma cerco di seguire pochi semplici passi.

Il più importante: mi lavo la faccia. Poi inizio ad applicare i prodotti adatti alla mia pelle seguendo un ordine crescente in base alla loro consistenza: tonico, brume, contorno occhi, essenza, siero/olio, idratante e crema solare.

Vogue Italia | Ottobre 2017 | The Timeless Issue

Un’altra cosa che ho scoperto negli ultimi mesi è la tecnica del Gua-Sha, un massaggio realizzato con pietre dalle forme curiose che serve per modellare i contorni del viso e ossigenare la pelle. Non so se funziona, ma mi fa sentire bene.

E mentre Lauren Hutton mi sorride dalla copertina di un numero di Vogue di qualche anno fa penso che volersi bene è importante, ma non ci si deve ossessionare troppo, perché l’età non è una condizione da combattere.

Il well-ageing è molto più importante dell’anti-ageing, non credi?